Luca GIOVAGNOLI

Luca GIOVAGNOLI

le NOTE BIOGRAFICHE

Luca Giovagnoli nato a Rimini nel 1963, dove vive e lavora.
Nell'ambito dell'arte contemporanea il lavoro di Giovagnoli rappresenta una interessante eccezione: l'artista sfugge dall'immediato per trasferire nelle sue opere la complessità delle suggestioni dell'esistenza: incantesimi, illusioni, interrogativi, desideri.
La sua produzione artistica tende a delineare situazioni più immaginate che vissute; con estro leggero crea sulla tela immagini dove affiora un mondo di emozioni, un senso di irrealtà sospesa, di lirismo fiabesco, giocoso, a volte malinconico che si configura come la vera cifra della sua pittura. Varie sono le stagioni dell'artista impegnato in un alternarsi di temi (i paesaggi e gli interni, le città e le piazze, le cattedrali e gli immaginifici viaggi su romantiche auto, gli angoli attraversati da esseri fantastici e le distese d'erba bruciate dal sole) ai quali però non corrispondono sbalzi formali; le diverse fasi nelle quali si è sviluppato il suo lavoro sono segnate da una coinvolgente liricità e dall'adozione di un registro accorto sia nel dosaggio del colore, sia nella stesura grafica.
Giovagnoli, dopo gli esordi contraddistinti dall'influenza della Transavanguardia e dell'action painting, ha più volte esplicitato la predilezione per l'opera di Baselitz, Lupertz, Kiefer. Altri se ne sono aggiunti in tempi recenti, avvicinandosi, come ha segnalato F. Basile alla: "strana popolazione di Mirò, alle immagini infantili e alla componente lirica di Klee, alla granulosità rupestre e quindi alla consistenza terrosa di Tapis". Ma questo continuo confronto con i segni a lui più affini del passato e dell'oggi approda ad una nuova misura, del tutto originale che non rincorre le mode e gioca sul fronte della pittura con le armi di sempre per fare opere autenticamente nuove.


Archivio eventi